4 mesi all’ex proprietario di Corry. Enpa: la condanna è una vittoria

Inserito da Redazione. Nella sezione Cronaca, Evidenza, Video

Tagged: , , , ,

Loading

Pubblicato: novembre 15, 2016 - 2 Commenti

15/11/2016 – Corry, il cane coraggio salvato dall’Enpa, ha trovato parzialmente giustizia. Nella giornata di ieri uno dei suoi ex padroni, il faentino 49enne Ernesto Pezzi, ha patteggiato una pena di 4 mesi di carcere per i maltrattamenti fatti subire al cane. Su segnalazione della figlia dell’uomo, il piccolo lagotto fu trovato dai volontari dell’Enpa in una condizione pietosa, prossimo alla morte. Il cane trascorreva le sue giornate chiuso in casa, spesso senza l’opportunità di espletare i propri bisogni fisiologici. Una condizione che gli aveva causato un prolasso dell’intestino retto e un alto rischio di espulsione delle viscere, oltre ad una deviazione dell’uretere che rendeva difficoltosa l’orinazione. Trovato immerso nelle proprie feci e divorato dalle pulci, il cane, di 10 anni, andò incontro ad un lungo percorso riabilitativo sotto la supervisione della clinica veterinaria accademica di Ozzano. Ieri si è concluso il patteggiamento per uno dei suoi ex proprietari, l’altra, Carmen Flores Gallo Alcantara, 55 anni, moglie di Ernesto Pezzi, attualmente risiede in Spagna, sua patria di origine, e, qualora non faccia rientro in Italia, potrebbe essere giudicata in contumacia nel gennaio 2017

banner-abc

2 Commenti

Ci sono 2 Commenti | 4 mesi all’ex proprietario di Corry. Enpa: la condanna è una vittoria. Vuoi inserire un tuo commento?

  1. Personalmente gliene avrei dati 40 di anni ma se non li danno a chi ha ucciso a martellate un ragazzo figurati se li danno ad un pezzo di feci come codesto uomo.

  2. L’eccessiva importanza nei confronti degli animali non è progresso di sensibilità, ma decadenza e smarrimento, una tale società merita i suoi mali

Lascia un commento